Titolo: Gioco crudele
Personaggi: -
Genere: angst, introspettivo
Rating: G
Avvertimenti: drabble
Wordcount: 133 (Fidipù)
Note:Scritta per il Women Fest con il prompt violenza sulla donna.

Gli occhi erano puntati sull'essere che le stava davanti: poteva vedere la mano che si alzava verso l'alto e, poi, s'abbatteva con forza contro il suo volto, facendole sentire in bocca il sapore del sangue.
Una volta.
Due volte.
Tre volte.
Lei alzava le braccia, tenendole strette contro il viso e pregando che tutto finisse presto, che la sua rabbia scemasse o, molto più facilmente, che si stancasse di quel gioco crudele e se andasse.
Sbattendo la porta con forza, continuando a infamarla mentre scendeva le scale della loro perfetta casa, raggiungere la cucina e aprire il frigo, prendendo la bottiglia di liquore e buttando giù un bicchiere, poi due.
Un altro colpo.
Altro dolore.
Sentiva gli occhi pizzicare per le lacrime, ma non gliele avrebbe concesse.
Avrebbe sopportato quel gioco, finché non si fosse stancato.
Basta solo sopportare e, tutto, sarebbe finito.