Furia

Furia, cosa pensi

quando mi attacchi con gli artigli e i denti?

Vuoi solo giocare

o forse lottare?

Furia, che vuoi farmi capire

quando la notte, molto presto, miagoli per uscire?

I bisogni devi fare

o la vita notturna desideri sperimentare?

Furia, sei molto tenero

quando ti sdrai sulle mie gambe e fai le fusa.

Con nessun altro così ti sei mai comportato

e questo significa che, come dice papà, devo averti stregato.

So che i gatti scelgono, per la vita,

la loro persona preferita.

Io ci credo

perché ogni giorno, grazie a te, lo vedo.

Ti ringrazio di aver scelto me.

Ne sono lusingata perché

non credevo che, sin dal primo istante,

sarei stata per te tanto importante.

Furia, piccolo tesoro,

ogni momento che passiamo insieme io adoro.

Amo te e tua sorella allo stesso modo

quindi, ti prego, non piangere per dimostrarmi che sei geloso.

Furia, sei così carino

quando la sera ti sdrai accanto al mio cuscino.

Mi fai sentire che non sono sola

nella notte, mentre la mia mente di orribili incubi si popola.

Furia, mio dolce micetto,

da tanto so come mi dimostri affetto:

mi cerchi, mi dai i bacini,

mi tieni compagnia e, con te, i momenti tristi più in fretta vanno via.

Sono sicura che, essendo un così dolce gatto,

tu abbia capito che fin da subito ti ho amato

e che continuerò a farlo per sempre

con il cuore, l'anima e la mente.

Angolo autrice:

non lo scrivo sempre per non annoiare, ma ci tengo a sottolineare che non sono una poetessa. So bene che i miei componimenti non sono perfetti dal punto di vista stilistico. Forse dico una stupidaggine, ma io ritengo che la poesia sia prima di tutto emozione. Il mio obiettivo, infatti, è scrivere ciò che provo in versi. A me non importa che le mie poesie siano stilisticamente perfette, con figure retoriche e versi della medesima lunghezza. Ciò che mi interessa è lasciare qualcosa al lettore. Ad ogni modo sto comunque cercando di migliorare sempre più, perché alla fine non si smette mai di imparare.

All'inizio di alcune strofe ripeto il nome "Furia". Si tratta di una cosa voluta, spero non risulti pesante.

Finalmente scrivo qualcosa di felice, eh? Era da un po' che volevo parlarvi del mio gatto e ci sarà una poesia anche per sua sorella Stella, ovviamente. Intanto, spero che questa vi sia piaciuta.